Home page - Roller Club Biasca

Logo RCB
Logo RCB
Fondazione RCB
Fondazione RCB
Roller Club Biasca – Curva EST
contattaci
Vai ai contenuti
Care amiche e cari amici,
   
il Sogno continua con gara 3 dei Playoff, sono aperte le iscrizioni per la trasferta a Diessbach Giovedì 30 maggio 2019 / Ritrovo ore 13.00 / Partenza ore 13.15 / Partita ore 17.30 /Costo fr. 30.- a persona / Iscrizioni via SMS allo 079/353.04.59 o via mail a gio.ravasi@bluewin.ch / Pagamento sul conto IBAN CH47 8035 0000 0044 1160 2 entro il 27.05.2019 oppure al Palaroller il 27.05.2019 dalle ore 19.45 alle ore 20.30
 
A presto Giovanna
Biasca 18.05.2019 /finale playOff gara2
Con la forza della disperazione il Biasca pareggia i conti.
Biasca 5 - 4 Diessbach
È il venticinquesimo minuto, squilla la sirena di fine primo tempo, il Diessbach è avanti 3-0 e gli sguardi dei presenti tradiscono un misto di incredulità e sconforto. Il miglior attacco del campionato sembra essersi inceppato proprio sul più bello, considerando che, anche in gara uno, i ticinesi erano riusciti a segnare solamente negli ultimi istanti di partita, a giochi ormai fatti. Sulla sponda bernese c’è invece ovviamente euforia, anche gara due sembra sancire la superiorità di Rui Ribeiro e compagni. Sembra, sì perché invece poi accade l’imponderabile, regalando ai tifosi del Biasca un momento di pura magia, come forse solo lo sport sa fare. Grazie infatti ad un secondo tempo da antologia i rivieraschi ribaltano il confronto e con un parziale di 5-1 vanno ad imporsi 5-4 stringendo i denti in un concitato finale. Partita dai due volti quindi con un prima frazione, di chiara marca bernese, molto simile a quanto avvenuto nel primo confronto tra le due formazioni, con la doppietta di Rui Ribeiro e la rete del capitano del Diessbach Kissling. Le avvisaglie che si trattava di una partita diversa, rispetto alla prima sfida, si erano però già intraviste, con i rivieraschi sotto sì nel punteggio, ma capaci di crearsi parecchie occasioni per accorciare le distanze. La strigliata di Orlandi durante la pausa ha l’effetto voluto e il Biasca rientra in pista con il coltello tra i denti e la forza della disperazione, risultato? Tre gol in appena cinque minuti e sfida di nuovo riaperta. L’indomito carattere dei biaschesi passa per i bastoni di capitan Ruggiero (autore della prima rete e degli assist per il 3-2 e il 3-3) e un incontenibile Rè, capace di mostrare a tutti il piglio giusto e autentica spina nel fianco della difesa ospite. Figueredo tiene in partita il Biasca compiendo un paio di interventi decisivi e, a dieci minuti dal termine, Camillo Boll porta per la prima volta in questa serie in vantaggio il Biasca, sfruttando un ottimo velo di Rodoni davanti al portiere. Orlandi ha avuto la lucidità di capire di non essere nella sua migliore giornata, lasciando spazio a compagni più ispirati di lui, mossa che, di fatto, ha cambiato l’inerzia della partita. Come poi solo i campioni sanno fare, pur essendo in giornata no, mette anche lui la firma sul tabellino marcatori, trasformando con freddezza, in un palaroller infuocato, il rigore del 5-3. La rete del 5-4 di Wyss, a cinque minuti dal termine, rende il finale incandescente, ma il fortino biaschese resiste fino alla sirena conclusiva.Questa appassionante finale è dunque in parità, con entrambe le formazioni capaci di far valere il fattore pista. Se il Biasca vorrà mettere in bacheca il suo primo titolo dovrà giocoforza trovare il modo di imporsi anche a Diessbach, magari sfruttando l’euforia creatasi dopo questa epica rimonta, già dalla prossima sfida di giovedì 30 maggio. Gara 4 è invece in programma al Palaroller sabato 1 giugno.
Marco Maggini
Roller Club Biasca




Roller Club Biasca – Curva EST
Contattaci
RCB
Torna ai contenuti