Home page - Roller Club Biasca

Logo RCB
Logo RCB
Fondazione RCB
Fondazione RCB
Roller Club Biasca – Curva EST
contattaci
Vai ai contenuti
LNA / 30 novembre 2019
Controprestazione del Biasca, l’Uttigen si impone a sorpresa.
Biasca 4 - 6 Uttigen

 
Ci sono partite che iniziano male e finiscono peggio, altre che non iniziano affatto, comunque la si voglia leggere, quella di sabato è certamente una delle peggiori sfide giocate dai rivieraschi, da due stagioni a questa parte. Match complicato sin da subito, con i bernesi in vantaggio grazie a Schaffen che devia da sottomisura dopo nemmeno 3 minuti. Tatti, al suo esordio stagionale tra i pali, impedisce agli ospiti di raddoppiare su rigore, ma i suoi compagni paiono abulici e non traspare la consueta grinta a cui i biaschesi ci avevano abituato. Scanavin prova a suonare la carica e, prima di venire inghiottito anche lui dal marasma generale, riesce nel suo intento, fornendo uno spendido assist a Gregorio Boll per il pareggio e siglando personalmente la rete del provvisorio sorpasso quando alla pausa mancano meno di 5 minuti. Poi i padroni di casa si spengono e gli ospiti riescono dapprima a pareggiare e successivamente portarsi sul 3-2 con una gran rete dell’ex Patrick Greimel. Nella ripresa il Biasca avrebbe la ghiotta occasione per rimettere la sfida sui giusti binari, grazie a 4 minuti di superiorità numerica, ma un po’ di imperizia e il portiere ospite sempre preciso nei suoi interventi, impediscono ai ticinesi di impattare la contesa. La conferma definitiva che non sia serata la si ha quando i ferri della porta dell’Uttigen tintinnano a più riprese, prima che i bernesi vadano nuovamente a segno, con il solito Greimel, capitalizzando al meglio i due minuti con l’uomo in più. Orlandi prova a riportare sotto i suoi siglando il 4-3 con un tiro ravvicinato, quando al termine mancano 11 minuti, ma l’aria del Ticino è decisamente rigenerante per Greimel che firma la tripletta personale affossando definitivamente le speranze dei padroni di casa. Il Biasca infatti si getta in avanti senza costrutto e viene puntualmente punito da una ripartenza ospite che vale il 6-3. La quarta rete dei locali ad opera di Rodoni non rende meno amara la pillola. Gli avversari del Biasca affrontano, giustamente, i campioni in carica sempre con il massimo impegno nel tentativo di fare il colpaccio, se sull’altro fronte non c’è invece la giusta concentrazione sin dalle prime battute, il rischio di andare in contro ad altre inopinate sconfitte è quindi concreto. C’è poco tempo per meditare sugli errori commessi, il che non è per forza un male, certo è che nel prossimo match servirà ben altro piglio. Sabato infatti nella trasferta di Diessbach, andrà in scena la riedizione della finale per il titolo.
Marco Maggini




Roller Club Biasca
Roller Club Biasca – Curva EST
Contattaci
RCB
Torna ai contenuti