Cos'è l'hockey su rotelle - Roller Club Biasca by Elio Laffranchini

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Club


L'hockey su rotelle, per agonismo e spettacolo non ha niente da invidiare al ben più conosciuto hockey su ghiaccio, dal quale ha saputo distinguersi valorizzando maggiormente l'aspetto tecnico a dispetto del contatto fisico. Sport dimostrativo alle Olimpiadi di Barcellona del '92, viene praticato in tutti i continenti. Italia, Spagna, Portogallo e Argentina sono i paesi dove il "roller" o "hockey su pista" diventa sport professionistico, spettacolo e passione popolare. Si gioca in 5 contro 5, 4 uomini di movimento ed un portiere per squadra, con altrettanti giocatori a disposizione per i cambi. Una partita dura due tempi di 25 minuti effettivi, con un intervallo di 10 minuti. La conduzione è affidata ad un arbitro, due in campo internazionale, che non utilizza i pattini. Vince ovviamente la squadra che al termine della partita è riuscita ad infilare un maggior numero di reti al portiere avversario. 
La palla deve essere sempre in gioco, la squadra che trattiene intenzionalmente la sfera contro la recinzione, gli angoli della pista, il retro della porta, impedendo il gioco, viene punita con un fallo a sfavore. Oltre alle linee che determinano l'area di rigore e la metà campo, ve ne sono altre due poste a 22 metri dal fondo di ciascuna metà campo, si vengono così a creare due zone di dimensioni differenti, la più piccola è la zona di antigioco, la più grande è la zona di gioco o di attacco, la squadra in possesso della sfera non può trattenere la stessa nella zona di antigioco per più di 10 secondi e una volta superata la linea di antigioco, non può più riportarla nella zona di antigioco.

LA PISTA è rappresentata da un rettangolo di metri 20 x 40 con pavimentazione in legno, marmo, mattonelle, superficie sintetica o asfalto, delimitato da una balaustra alta da 1 metro a 1,2 metri. Lungo i lati minori della pista, cioè alle spalle del portiere è posta una rete di protezione alta 4 metri. L'area di rigore misura metri 9 di larghezza per 5,4 di lunghezza ed è posta a 3 metri dalla balaustra di fondo. La porta è sistemata al centro della linea di 9 metri più vicina al fondo, con i pali che coincidono con la linea stessa. Una linea curva delimita una mezza luna di 1,5 metri di raggio che dal centro della linea di porta si estende all'interno dell'area determinando l'area del portiere, all'interno della quale non possono entrare gli avversari. A metà dell'altra linea di 9 metri deve essere indicato il dischetto dei rigori. Due X per ogni metà campo, poste a 10,4 metri dalla linea di porta, su un'ideale prolungamento della linea laterale dell'area, costituiscono i punti di battuta delle punizioni dirette. Due linee di antigioco parallele alla linea di metà campo devono essere tracciate a 22 metri dalla recinzione di fondo. Il cerchio di centrocampo deve avere un raggio di 3 metri.LA PISTA

IL BASTONE o stecca solitamente in legno ed molto più corto di un bastone di hockey su ghiaccio (al massimo 115 cm misurando la linea sulla curva esterna). All'estremità inferiore presenta una parte curva piatta da entrambi i lati, per favorire il controllo di palla e il tiro di dritto e di rovescio.

LA PALLA - misura 23 cm di circonferenza e pesa 155 grammi, formata da un anima di sughero o altro materiale leggero, in un involucro di gomma rigida o caucci deve avere il minimo rimbalzo. Generalmente di colore nero, pu essere per utilizzata anche di altri colori poichè deve essere di colore contrastante con la pavimentazione e le linee.

I PATTINI - tradizionali o in linea.

LE PROTEZIONI - i giocatori utilizzano protezioni leggere, quali parastinchi, ginocchiere, guanti e conchiglia. I portieri adottano protezioni più importanti: gambali, guantoni, corazza, e maschera in reticolato metallico o in plexiglas.

Torna ai contenuti | Torna al menu