Buona la “prima” per il Biasca: espugnato il centro sportivo di Queue d’Arve

Ginevra RHC 2 – RC Biasca 4

Non poteva iniziare meglio il nuovo anno per i viola, impostisi per 4:2 nella prima trasferta del 2023, nonché prima sfida della stagione contro il Ginevra.

I rivieraschi avevano chiuso l’anno con una vittoria ai rigori contro il Wimmis e hanno dimostrato che la pausa natalizia nulla ha tolto al loro smalto, scendendo in pista con la giusta attitudine per guadagnarsi la posta piena in terra romanda.

La partita si è aperta all’insegna della regola “gol sbagliato, gol subito”, con i ginevrini che hanno avuto una ghiotta occasione al 13’. Impeccabile in questo caso Figueiredo nel negare il vantaggio da distanza ravvicinata a Gaël Jimenez. Sfruttando il buon momentum il Ginevra ha insistito, ma proprio da questa insistenza è scaturita la ripartenza decisiva in 2 contro 1 di Gregorio Boll e Pablo Saez, che al 13’ ha aperto le marcature.

I padroni di casa hanno trovato il pareggio 5 minuti dopo, al 18’, su rigore di Tercier per un cartellino blu rimediato da Bigiotti.

Al 23’, il ginevra ha assaporato l’illusione del vantaggio ma la rete, viziata da un colpo di bastone sull’estremo difensore del Biasca, è stata prontamente annullata. È ancora la compagine capitanata da Ruggiero ad andare in vantaggio allo scadere del primo tempo: il portiere David Cosme concede un rebound nell’area su una prima conclusione di Devittori e Gregorio Boll ne approfitta per insaccare.

Come nel primo perido, sono nuovamente gli ospiti a sfruttare le imprecisioni offensive dei rosso-gialli. Saez intercetta una pallina malgestita da Nunez De Miranda e innesca un altro 2 contro 1 capitalizzato stavolta da Devittori: 1:3 per il Biasca al 41’.

7 secondi: tanto è bastato alla squadra ospite per infragere le speranze di rimonta dei romandi, che avevano ridotto lo scarto con la rete del 2:3 al 47’39’’. Capitan Ruggiero fulmina David Cosme su rigore diretto, mandando definitivamente la partita agli archivi.

Un Biasca concentrato e cinico si regala così il terzo posto in classifica con 16 punti e può ora guardare alla ghiotta occasione di consolidare ulteriormente la propria posizione  nell’incontro casalingo di sabato 21 gennaio contro l’Uri, fanalino di coda del gruppo.

Di Paolo Togni

Leave a comment